Cimiez: cosa vedere a pochi passi da Nizza

monastero di Cimiez
Sulle colline di Nizza ci ha sorpreso un luogo incantevole: Cimiez con i suoi musei, gli ulivi e il magnifico roseto del monastero francescano.

Nizza ma non solo Nizza. Adoro questa città della Costa Azzurra, con i suoi mercatini nella parte storica, il sole abbagliante della sua Promenade des Anglais, i negozi dei magazzini Lafayette, senza dimenticare le ostriche favolose del café de Turin in place Garibaldi.

Nizza però offre anche degli angoli nascosti,  appena fuori dal suo centro. Se siete curiosi di esplorarli, seguitemi in questo itinerario alternativo. Vi porto infatti a 2 km dal centro-città, nel quartiere di Cimiez, adagiato sull’omonima collina di Nizza.

Cimiez ha conosciuto il suo massimo splendore durante la Belle Epoque, e ancora oggi si può vedere il fasto delle sue ville, un tempo residenze delle teste coronate d’Europa.
Tuttavia Cimiez ha un’origine ben più antica, la si può infatti considerare la culla romana di Nizza.
Oggi la collina ospita il museo di Matisse, di Chagall, l’area archeologica dell’antica Cemenelum con il suo museo. Se anche non siete grandi estimatori di musei, Cimiez fa comunque per voi, offre infatti un’area verde puntellata di ulivi secolari, dove fare un pic-nic o ascoltare un concerto dal vivo. Ma non solo…continuate a leggere.

Assolutamente da non perdere

  • Il museo di Henri Matisse

Visitare il Musée di Matisse vale la pena anche se non siete granchè amanti dell’arte. Infatti la collezione è allestita in una bellissima villa del ‘600, all’interno del parco archeologico di Cemenelum.

Consiglio: avete due opzioni per il biglietto d’ingresso:

  • biglietto da 10 € valido 24 h in tutti i musei municipali di Nizza;
  • biglietto da 20€ valido per 7 giorni in tutti i musei municipali di Nizza.

 

  • Il museo archeologico

All’interno del museo archeologico di Cimiez sono conservati i resti dell’antica Cemenelum, sito romano con una storia secolare, abitato infatti dal I secolo a.C. al VII secolo d.C.. Ma ciò che davvero lascia senza parole è l’esterno con le sue terme. Si sa, gli antichi romani ne erano grandi appassionati  e infatti, proprio qui, passeggiando tra le vestigia del sito, potrete catapultarvi nel passato.

  • L’arena (Les Arènes) e il parco di Cimiez

Sempre all’esterno del museo archeologico non perdetevi l’arena romana di Cimiez. Doveva essere esaltante assistere agli spettacoli gladiatori con altri 4000 spettatori.

Il Parco Des Arènes è il polmone verde di questa collina. Gli ulivi secolari regalano un po’ di frescura dalla calura estiva, qui potrete infatti organizzare un pic-nic alla francese con relativa baguette. Il posto è straconsigliato in particolare per famiglie, perchè ovunque ci sono giostre e giochi per bambini.

  • Il monastero con i suoi giardini

Furono i monaci Benedettini a fondare il Monastero di Cimiez nell’VIII secolo, oggi invece è dimora dei frati Francescani, venuti direttamente dalla Porziuncola di Assisi e Santa Maria degli Angeli.

Entrare nei giardini del monastero è un’esperienza a dir poco inebriante, soprattutto se avete l’occasione di farla a Maggio. Di fronte a voi si aprirà una distesa di rose senza fine: rosse, gialle, rosa, glicine, avorio. Il giardino è davvero un luogo di pace e di armonia. Punto ideale per ammirare Nizza dall’alto e, chissà, per fare un tuffo nella propria anima.

Come arrivare

Potete raggiungere il quartiere di Cimiez in soli 15 minuti di autobus partendo da Place Massena nel centro di Nizza.

Dove dormire

Le soluzioni per dormire sono davvero tantissime.

Qui puoi prenotare su Airbnb ricevendo uno sconto immediato di 25€

Puoi anche dare un’occhiata al sito di Momondo con le sue imperdibili offerte.

 

Se queste informazioni vi sono state utili  fatecelo sapere lasciando un commento qui sotto!

Ti potrebbe interessare anche: