Stappa la cantina. Degustazione vini alla cantina Borgo Nardi

La verità è che negli ultimi tempi siamo “rimasti imbottigliati” in questo magnifico mondo del vino. Poichè la nostra filosofia di viaggio recita più o meno così: “Un viaggio non ha fine se non si va per cantine…”, questa volta abbiamo scelto di visitare la Cantina Borgo Nardi a Chiarano in provincia di Treviso.

Perché visitare una cantina di vini

Un’azienda vinicola è un mondo che con le sue radici, le sue leggi e la sua profonda cultura allarga i nostri orizzonti. Riscoprirete tutti i vostri sensi, non solo il gusto. La cantina Borgo Nardi ha una lunga tradizione nell’ambito del vino e affonda le sue radici a Vicenza.

Come organizzare una visita ad una cantina di vini

Per quello che è la mia esperienza da sommelier di secondo livello e viaggiatore appassionato, vi suggerisco alcuni step da seguire quando visitate una cantina di vini:

  • prenotazione
    Il vigneto

    ricordatevi sempre di prenotare la visita alla cantina. A tal proposito io vi consiglio di scegliere cantine più piccole, a conduzione familiare. Più facilmente sarete accompagnati nella visita dai proprietari e questo creerà un’atmosfera più intima e piacevole;

Cosa fare una volta entrati nell’azienda vinicola

  1. armatevi di passione e curiosità; la passione per l’argomento è indispensabile! Il vino è passione e senza questa non c’è vino.
  2. attivate tutti e cinque i vostri sensi…solo con la vista perdereste l’80% della bellezza di questo mondo;
  3. osservatevi intorno, visitate certamente la cantina ma anche il vigneto,
  4. non esitate a chiedere ciò che vi sembra ostrogoto (la conoscenza del vino prevede un linguaggio specifico, ma voi fatevi sempre tradurre ciò che non capite).

Come fare la degustazione dei vini

  1. va bene che siete lì anche per imparare qualcosa, ma godetevi il momento della degustazione come una gioia conviviale tra amici;
  2. le cantine più piccole talvolta non hanno una sala degustazione, ma questo a mio parere è un punto di forza perché ci si ritrova a degustare il vino direttamente tra le botti;
  3. quando avrete il vostro calice tra le mani, attivate, proprio in questo ordine la vista, l’olfatto e il gusto (fidatevi! tutto serve).
I nostri acquisti alla cantina Borgo Nardi

La cantina Borgo Nardi di Chiarano (TV)

Detto questo siamo pronti per entrare nella cantina Borgo Nardi  di Chiarano in provincia di Treviso. In Veneto tra il fiume Piave e il Livenza si dipanano le terre che hanno dato i natali a questa cantina e ai suoi 25 ettari di vigneti. La cantina è di nuova costruzione infatti è stata inaugurata nel 2012, anche se la famiglia Nardi sin dagli anni ’50 si tramanda di padre in figlio l’arte del vignaiolo. Nonno Nardi si dedicava infatti alla coltivazione del tabacco e dei vigneti nel vicentino, prima di trasferirsi nel 1952 nella zona del Piave. La Cantina Borgo Nardi produce e vinifica nella propria cantina tutti i vini tipici del Piave, inoltre offre la possibilità della degustazione e dell’acquisto del vino in bottiglia o sfuso.

Quello che mi è subito piaciuto è l’atmosfera molto familiare che si respira. Stefano Nardi, uno dei tre fratelli che con i genitori gestiscono l’attività,  ci ha illustrato, con grande passione e disponibilità, la cantina e le caratteristiche dei suoi vini.

 

Il nostro preferito tra i vini rossi
La nostra polenta e spezzatino accompagnata dal Malbec

Vasta e interessante è la selezione dei vini proposti dalla cantina.

Noi abbiamo degustato il Malbec, che è un rosso intenso con decisi riflessi violacei. Il vino ha un profumo di viola e frutti rossi e il suo sapore dolce e delicato ricorda la frutta rossa di bosco. Un vino quindi equilibrato e piacevole. Senza contare che il suo prezzo a bottiglia è contenuto. Noi lo abbiamo gustato a casa con polenta e spezzatino, il nostro pranzo domenicale!

Il nostro preferito tra i prosecchi

A chi non piace rilassarsi il venerdì sera, magari tra amici, con un aperitivo? Noi amiamo farlo e per questo abbiamo provato e acquistato il prosecco Doc “millesimato” Extra Dry . Sia che dobbiate organizzare un apericena o che vogliate cucinare dall’antipasto al dolce, con questo prosecco non sbagliate mai. Con il suo tasso alcolico dell’11,5% , il perlage (le bollicine!) fine e persistente e il profumo dolce e lievemente floreale, Il prosecco è infatti un vino assolutamente versatile.

Dove dormire

Se decidete poi di prolungare la vostra permanenza e trascorrere un intero week end nella zona ho trovato qualche offerta per voi! Date un’occhiata!

Se volete ricevere uno sconto immediato di 15€ sulla vostra prenotazione andate a questo link di booking.com

 

Se questo articolo vi ha incuriosito fatecelo sapere qui sotto nei vostri commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *